Con Cristo…Relazioni Miracolose!

Domenica 14 maggio 2017 si è svolta la giornata di formazione dei Giovani e Giovanissimi di Azione Cattolica, presso la Chiesa dell’Immacolata (Contrada Basciani di Alba Adriatica).

La giornata ha avuto inizio, dopo la preghiera con Don Gabriele Marchegiani, il parroco ospitante, con l’esperienza del cineforum. Il film “Amici per sempre” narra la storia dell’amicizia tra due ragazzi, Dexter ed Erik, legati da una condizione comune: la solitudine. Erik infatti vive con sua madre, una donna fredda e assente, mentre Dexter a causa dell’AIDS, contratta attraverso una trasfusione di sangue, è da sempre emarginato dalla società. Tra i due ragazzi nascerà un’amicizia profonda che permetterà loro, nonostante tutto, di raggiungere la felicità e la gioia di vivere.

Dopo la pausa pranzo, si è svolta la seconda parte dell’attività, che ha visto i giovanissimi impegnati nella attenta riflessione sulla parola “addomesticare” nell’ambito delle amicizie, sulle orme dell’opera de “ Il Piccolo Principe” di Antoine de Saint- Exupery, mentre i giovani, in seguito alla lettura del Vangelo di Giovanni (Gv 12,1-8), commentato dell’assistente diocesano, Don Massimo Balloni, si sono trovati al centro di una singolare riflessione drammatizzata: in riferimento a ciascun ambito del quotidiano (famiglia, parrocchia, università, ecc.) bisognava identificarsi in un personaggio biblico collegato al Vangelo (Marta, Maria, Lazzaro, Giuda, Gesù).

Per concludere, tutti i ragazzi hanno scritto una lettera avente per destinatario l’Amico per eccellenza, Dio, in cui avevano occasione di dar voce ai loro pensieri riguardanti l’attività della giornata. Alle ore 17:00, in conclusione, i ragazzi hanno partecipato alla S. Messa con la comunità.

Dio ci chiama e siamo noi che rispondiamo al Suo invito. Abbiamo deciso di dire il nostro sì al Signore, affascinati dal tema della giornata e consapevoli del fatto che sarebbe stata indimenticabile.

Il film “Amici per sempre” ci ha colpito molto e ci ha fatto capire come l’amicizia sia una relazione da valorizzare quotidianamente, indipendentemente dalle differenze di ciascuno. “Addomesticare” è un verbo che nasconde una verità fondamentale: la grande importanza dell’amicizia che, se sincera, è capace di superare ogni pregiudizio, regalandoci la bellezza unica del sapersi donare all’altro senza riserve.

E, nel gioco di ruolo dei personaggi del Vangelo, che ci ha regalato una riflessione particolarmente profonda, citiamo uno di quelli che ha colpito di più: Marta, col suo spirito di servizio e accoglienza, perché ci ha permesso di capire come a volte perdiamo di vista le cose più importanti.

La stesura della lettera a Dio, infine, è stato un momento particolarmente significativo: potevamo comunicarGli tutto, in particolar modo le nostre più grandi preoccupazioni e i desideri più profondi. La lettera, poi, è stata “offerta” a Gesù, ponendola ai piedi del Tabernacolo, durante la processione d’ingresso della celebrazione eucaristica.

E’ stata una giornata bellissima, anche per l’atmosfera di amicizia, di “famiglia” che si respirava tra di noi. Sono doni di Dio questi momenti, che si rivelano indispensabili per isolarci un attimo dalla frenesia del quotidiano e riflettere sulla qualità dei rapporti che instauriamo tra di noi, specchi che ci rivelano l’importanza di quanto profondamente viviamo il nostro rapporto personale con Dio.

Arianna G. e Davide D.D., parrocchia di Giulianova

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

For security, use of Google's reCAPTCHA service is required which is subject to the Google Privacy Policy and Terms of Use.

I agree to these terms.