EDR: PRONTI, PARTENZA, VIA…

Nasce l’esperienza dell’Équipe Diocesana dei Ragazzi

L’Azione Cattolica dei Ragazzi (abbreviata in ACR) nasce nel 1969 ed è un’articolazione dell’Azione  Cattolica che traduce l’attenzione dell’Associazione verso i ragazzi dai 4 ai 14 anni, aiutandoli ad essere protagonisti del loro cammino di fede.

Questa attenzione ai più piccoli si è intensificata, in particolar modo, nel corso dell’ultimo triennio associativo e si è tradotta nella scelta di portare avanti un percorso che mettesse davvero al centro i ragazzi, che desse loro la parola e che, al contempo, sollecitasse gli adulti a interrogarsi nel profondo per meglio poter comprendere e leggere i bisogni e i sogni che abitano il cuore dei nostri ragazzi.

L’Acr crede fortemente che ciascun ragazzo sia capace, come Maria, di dire il proprio Sì in prima persona all’invito che il Signore fa di seguirlo e che in maniera altrettanto libera e responsabile sia in grado di dare il proprio personale contributo per la crescita di tutta l’Associazione. D’altra parte l’Acr è l’Azione Cattolica DEI Ragazzi, non PER i ragazzi; il loro protagonismo nel cammino di fede non va mai dimenticato da parte degli educatori e dei catechisti che sono chiamati a essere al loro servizio. Per ricordarci questa bellezza è nata la proposta  dell’EDR: l’Equipe Diocesana dei Ragazzi, un’esperienza di protagonismo dei ragazzi nella Chiesa e nell’Associazione che anche la nostra Diocesi di Teramo-Atri ha accolto con gioia: un gruppo di ragazzi (rappresentanti di parrocchie, democraticamente scelti dagli altri acierrini) si incontrano e, a nome di tutti i coetanei, pensano a come vogliono vivere e proporre l’Acr.

In occasione dell’Anno Assembleare tutte le parrocchie, pertanto, sono state invitate a vivere un momento, opportunamente scelto e distinto dall’Assemblea Parrocchiale, per riunire tutti i ragazzi che partecipano alle attività dell’Acr per confrontarsi su quello che per loro è l’ingrediente che può rendere oggi l’Acr ancora più bella e significativa e per eleggere all’interno dei propri gruppi due Rappresentanti: un maschio e una femmina tra i 9 e i 12 anni compiuti. Tutti i Rappresentanti dei Ragazzi eletti  sono poi stati chiamati Domenica 12 Febbraio 2017 presso la sede diocesana di Ac a eleggere il loro Presidente. Non è un caso se la XII Settimana Assembleare Diocesana è iniziata proprio con i ragazzi, è un modo in più per  dare risalto ancora una volta allo spazio che da oggi in poi l’Associazione tutta vuole riservare ai più piccoli, perché anche loro sono parte di un popolo in cammino e in quanto tali chiamati con il loro stile e a loro misura a raccontare la fede.

La strada è ancora lunga e la responsabilità dei ragazzi continua con una puntuale collaborazione con gli educatori durante il cammino annuale anche perché: “Gli adulti non capiscono mai niente da soli ed è una noia che i bambini siano sempre eternamente costretti a spiegar loro le cose” come scrive Il Piccolo Principe. Se è vero che gli adulti perdono spesso il contatto con la parte più profonda di se stessi e non sanno più che cosa sia l’intuizione, studiano la realtà sui libri e non sanno più comprenderla direttamente, è altrettanto vero che questo invece è un dono che i bambini e i ragazzi, per fortuna, conservano ancora: NOI CI CREDIAMO, CREDETECI INSIEME A NOI!

Annalisa Falconi, Équipe Diocesana ACR

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

For security, use of Google's reCAPTCHA service is required which is subject to the Google Privacy Policy and Terms of Use.

I agree to these terms.